STORIA & TRADIZIONI

Però, generalmente, erano i grandi quelli che suonavano.
lo stavo sempre col coltello in mano, a costruire zampogne. Mozzavo canne e quando ci riuscivo mi dicevano: “Bravo l’hai saputa fare, tienitela cara cara!”. Poi succedeva che ficcavo un’altra volta il coltello e rompevo la “linguetta”. Ci si divertiva.

. La mattina della Vigilia si andava già suonando per le strade?
Giuseppe: No. Si andava la mattina dopo. Si suonava la sera della Vigilia, quando nasceva il Bambino. La mattina dopo, si girava per il paese: la gente gridava, volevano la bellezza del suono della zampogna nella casa. Dicevano che veniva l’angelo nella casa. Volevano sentire e poi ci regalavano il soldo, la “pettola”, la castagna, la mela: portavamo il “panaro” e giravamo. . Hai detto che arrivava l’angelo, che significa?
Giuseppe: Significa che era la “pastora” natalizia, perché era nato il Bambino. Secondo la tradizione entrava l’angelo: era una specie di benedizione. Nessuno chiudeva la porta. L’aprivano per far entrare gli zampognari, ben volentieri. Fac’evano una bella sonatella, davano gli auguri: era arrivato il giorno di Natale. Il paese era pieno di zampognari; si sentivano suonare fino a mezzogiorno. Era una cosa fenomenale. Si festeggiava. I bambini di 4, 5 anni, tiravano con la mano i genitori, perché volevano uscire a vedere gli zampognari. Era un divertimento. Dicevano: “Vieni qua che il bambino vuole sentire!”. Quello andava e si faceva la suonata. C’erano, con gli zampognari, anche quelli che suonavano il flauto.


Commenti

STORIA & TRADIZIONI — 1 commento

  1. Credo nell’anno 1960/61 ci fu un terremoto che ricordo caddero due blocchi di pietra situati in cima, ne rimase uno un pò in bilico, effettivamente all’apparenza pericolante. In quel tempo, il noto maestro Gerardo Rainone era vice sindaco a Panni, ricordo la scena, fece legare una lunga corda dalla cima del castello al gancio posteriore del camion di…. non ricordo il nome ma so bene che era il papà di Vera, mamma di Michele Lapolla titolare dell’Old Garden. Ebbene questo camion, tira tira ma niente da fare il blocco non si spostava le ruote posteriori si alzavano da terra ma la pietra non si muoveva. Non ricordo bene un particolare, all’impresa partecipò fisicamente Glardin (ciculicch) che si arrampicò fin sopra la torre per agganciare la corda per il camion e mi pare che ritornò su perchè voleva buttare giù il pericolante blocco di pietra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.